Creare tabella pivot Excel

    Creare una tabella pivot in Microsoft Excel è una qualità importante da avere. Queste tabelle sono facili da creare e possono riassumere una grande mole di dati senza aver necessità di utilizzare formule, quindi ottime anche per chi stia iniziando ad utilizzare Excel.

    Fondamentali per sommare, contare valori o trovare velocemente informazioni che possano essere utili al management, le pivot risultano un’importante arma per qualsiasi utente di Excel.

    In questo articolo utilizzeremo un database per fare alcuni esempi. Non è fondamentale, ma se volete fare qualche esperimento è un buon punto di partenza.

    In fondo all’articolo, è possibile scaricare anche un file con una pivot creata al punto 3 di questo articolo.

    1- Come si crea una tabella pivot

    Basta selezionare una cella qualsiasi all’interno di un foglio di lavoro strutturato, come una tabella o un database.

    Microsoft_Excel_Pivot_Inizio

    A questo punto selezioniamo Inserisci -> Tabella Pivot (primo elemento sulla sinistra).

    Microsoft_Excel_Pivot_Foglio_Nuovo

    Selezioniamo l’intervallo che ci interessa, di default la pivot sarà creata su un nuovo foglio di lavoro (Foglio1).

    Microsoft_Excel_Pivot_Foglio1

    Pronti, via! La nostra pivot è pronta per essere utilizzata.

    2- Elementi della tabella pivot

    Cominciamo segnalando quali sono i 5 componenti fondamentali di una pivot.

    Microsoft_Excel_Pivot_Categorie

    Campi da aggiungere al rapporto: altro non sono che le colonne della tabella che vogliamo riassumere con una pivot. Per inserire un campo, basta spostare il nome del campo in uno dei 4 riquadri sottostanti. Per cancellare il campo, basta selezionarlo e spostarlo fuori dallo spazio.

    Filtri: sono esattamente come i filtri delle tabelle normali. Ci aiutano a selezionare i dati che ci interessano secondo alcuni parametri da noi definiti.

    Righe: le righe sono le righe della tabella pivot che andremo a creare. Quindi se indichiamo un campo (una colonna) avremo disposti in verticale tutti gli elementi univoci del campo selezionato.

    Colonne: le colonne sono le colonne della tabella pivot che andremo a creare. Utili se vogliamo fare una tabella pivot con risultati per i vari anni ad esempio, dato che sono create in automatico.

    Valori: valori comprende i valori che vogliamo all’interno della pivot. Quindi possiamo selezionare, ad esempio, se ci interessa sommare alcuni valori o contarli. L’interno della matrice con righe e colonne sarà automaticamente popolata con i valori che segnaliamo.

    Per visualizzare questo riquadro, basta cliccare su Analizza -> Mostra -> Elenco campi. Se vogliamo vedere esclusivamente i risultati della pivot, possiamo anche nasconderlo.

    3- Esempio di tabella pivot

    Utilizziamo il database iniziale per fare qualche prova e vedere se siamo in grado di tradurre su pivot le nostre domande di business.

    Vogliamo sapere il numero di film venduti nella provincia di Agrigento per singolo anno (da 2015 a 2018).

    Dovremo quindi creare una tabella con un filtro per Provincia, righe pari ai Film che stiamo considerando e colonne con gli Anni di vendita. Nelle intersezioni fra Film e Anno, dovremo inserire la somma delle quantità vendute.

    Filtri: inseriamo il campo “Provincia” nel riquadro.

    Microsoft_Excel_Pivot_Filtri_Iniziale

    In alto sulla pivot, ci apparirà uno spazio che dovremo utilizzare per filtrare il valore AG, corrispondente ad Agrigento.

    Microsoft_Excel_Pivot_Filtro

    Il nostro foglio aggiornato dovrebbe essere più o meno così.

    Microsoft_Excel_Pivot_Agrigento


    Righe: dato che vogliamo inserire i film, inseriamo il campo “Film”.

    Microsoft_Excel_Pivot_Righe


    Colonne: le varie date sono nella prima colonna, “ANNO/MESE/GIORNO”. Aggiungiamo il campo nelle colonne, che viene triplicato perchè è segnalato come formato data. Excel prova ad aiutare la parte di selezione includendo anche due nuovi campi, “Anni” e “Trimestri”.

    Microsoft_Excel_Pivot_Anno_Mese_Giorno

    Cancelliamo i campi che non ci interessano, cioè “Trimestri” e “ANNO/MESE/GIORNO”.

    Microsoft_Excel_Pivot_Filtri_Colonne_Righe

    La nostra pivot dovrebbe quindi essere più o meno così.

    Microsoft_Excel_Pivot_Sistemata_No_Valori


    Valori: come abbiamo detto, vogliamo contare il numero di film venduti in quegli specifici anni. Ci manca solo questo valore perchè il resto della tabella è già pronto, dato che abbiamo già creato i due elementi che si intersecano (Film e Anni) con l’indicazione del filtro per Provincia.

    Spostiamo quindi il campo “Q” (che indica le quantità, dato che possono essere più di una per ordine) nel riquadro “Valori”.

    Microsoft_Excel_Pivot_Valori

    Automaticamente, Excel ci segnala la somma dei valori che ci interessano. Abbiamo concluso la pivot e possiamo vedere, ad esempio, che il film “Guerre Stellari” è stato venduto in totale 4 volte (ultima colonna), con 3 film venduti nel 2015 e uno nel 2018.

    Microsoft_Excel_Pivot_Esempio_Totale_Riga

    Allo stesso modo, possiamo vedere che abbiamo venduto in totale 76 film nella provincia di Agrigento. 22 nel 2015, 16 nel 2016, 22 nel 2017 e nuovamente 16 nel 2018.

    Microsoft_Excel_Pivot_Esempio_Totale_Colonna

    Se sei arrivato fin qui, puoi scaricare anche il file aggiornato con la pivot che abbiamo appena descritto.


    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *