Calcolare variazione percentuale Excel

Usando Microsoft Excel, è possibile calcolare valori come l’incremento percentuale o la variazione percentuale piuttosto facilmente. In questo caso possiamo calcolare una progressione storica del fatturato, un confronto con l’anno precedente o qualsiasi altra operazione ci possa tornare utile, ad esempio analizzando i bilanci aziendali.

Microsoft_Excel_Variazione_Percentuale

Ecco come fare, senza utilizzare formule.

Formula generale:

([nuovo_valore]-[vecchio_valore])/([vecchio_valore])

Esempio: abbiamo una serie di valori nell’intervallo C4:C12, corrispondenti a Gennaio, e nella colonna D4:D12, corrispondenti a Febbraio. Vogliamo calcolare la variazione percentuale per ogni valore. Consideriamo quindi, nel primo caso con le celle C4 e D4:

– [nuovo_valore] = D4

– [vecchio_valore] = C4

Formula pratica:

(D4-C4)/C4

20 commenti su “Calcolare variazione percentuale Excel”

  1. Buongiorno, senta ma se volessi trovare la variazione per un valore fisso che non è il precedente?
    Le spiego meglio, io una serie di valori annuali e vorrei vedere le variazioni percentuali no dall’anno precedente,
    ma da un’anno che scelgo come base. Grazie in Anticipo.

    1. Marco Filocamo

      Ciao Matteo,

      puoi prendere qualsiasi valore sul tuo foglio di lavoro!

      Mettiamo che tu abbia il fatturato 2018 in E6, il fatturato 2017 in D6 e il fatturato 2016 in C6. Se vuoi fare la variazione dal 2018 sul 2016, per trovare la variazione basterà fare (E6-C6)/ C6. In sostanza devi cambiare la seconda parte della formula, non importa che sia l’anno precedente.

      Spero di essere stato chiaro!

  2. Ciao Marco, il tuo aiuto è stato prezioso.
    Ho però una necessità : il mio intento è quello di calcolare l’incremento o il decremento in percentuale di due valori posti in due file
    diversi excel. Nel primo file, che è quello che aggiorno quotidianamente inserendo l’importo del giorno, ci sono delle celle dedicate
    al VS LY( vs anno scorso )dove andrò a calcolare la percentuale di crescita rispetto all’anno precedente, prendendo questi valori nel secondo
    file, dove sono presenti TUTTI gli importi dell’anno scorso (ogni riga di questo file è un giorno diverso).
    Grazie alla tua formula perdo meno tempo a calcolare la percentuale di OGGI paragonata allo stesso giorno dell’anno scorso.
    C’è un modo per evitare che DOMANI debba inserire nuovamente la formula riferendomi alla riga successiva del secondo file ?
    senza questo vantaggio la formula è inutile e ogni giorno dovrei inserirla nuovamente prendendo come riferimento la riga successiva del secondo file(visto che il giorno è quello nuovo).
    Spero di essere stato chiaro.
    Grazie in anticipo!

    1. Marco Filocamo

      Ciao Gianluca,

      ti ho risposto in privato, in realtà per il tuo problema dovresti usare una combinazione di formule con un riferimento univoco tipo la data- non basta la formula dell’articolo, temo.

      A presto

      Marco

  3. Gianfranco Arena

    Buonasera, ho provato la formula su descritta ((D4-C4)/C4), ma se C4 è = 0 mi da un errore #DIV/0!.

    1. Marco Filocamo

      Ciao Gianfranco,

      purtroppo la variazione percentuale con 0 non è possibile – se vuoi evitare di vedere gli errori, puoi inserire =SE.ERRORE((D4-C4)/C4;””) così ti appare una cella vuota.

      Spero di esserti stato utile!

      Marco

  4. Ciao Marco,
    sto costruendo una tabella e il tuo aiuto mi potrebbe essere prezioso.
    In questa tabella ho 3 colonne e nell’ultima devo misurare l’incremento dei valori in percentuale, ti spiego: nella prima colonna ho dei numeri e nella seconda colonna ho calcolato il loro incremento fino ad arrivare al valore finale. Nella terza colonna mi serve il valore dell’incremento in percentuale, come posso calcolarlo? Se clicco sulla seconda colonna e cambio in percentuale mi escono numeri come 1893,88% e non mi sono utili. Avrei di bisogno della percentuale parziale di ogni incremento.
    Grazie mille!

    1. Marco Filocamo

      Ciao Stefania,

      spero di aver capito bene!

      Hai una colonna (diciamo A) con un valore, mettiamo 100.

      Nella seconda colonna (diciamo B) abbiamo un altro valore, mettiamo 30. 30 + 100 = 130, che non è visualizzato.

      Nella terza colonna (diciamo C) vuoi mettere l’incremento in percentuale. Quindi sarebbe (100+30)/100-1, che darebbe + 30%. Qualcosa di simile a =(A4+B4)/A4-1 se fosse su Excel.

      Funziona?

      A presto

      Marco

    1. Marco Filocamo

      Ciao Mirco! La variazione percentuale di un numero sullo stesso numero sarà sempre 0%, mi sa che mi sono perso qualcosa… ad esempio (120-120)/(120) = 0 / 120 = 0%. Che cosa stai provando a calcolare?

  5. Ciao Marco, gentilmente potresti aiutarmi?
    Io ho 2 importi percepiti riferiti a 2 anni differenti, ciascuno di questo importo è dato dalla vendita di un determinato prodotto , calcolando la variazione percentuale di entrambi (percepito/venduto)mi diresti se c’è un modo per poter relazionare le 2 percentuali?
    Ti faccio un esempio pratico, nell’anno 2017 ho guadagnato € 14420 a fronte di una vendita di 223 mele, nell’anno 2018 ho guadagnato € 7735 a fronte di 108 mele, stabilito che c’è stata una diminuzione delle vendite di mele del 52% che ha fatto scaturire una diminuzione di guadagno del 46%, la mia domanda è: esiste un modo per mettere a confronto questi 2 valori percentuali?In altre parole esiste una relazione tra questi 2 valori percentuali?
    Grazie anticipatamente

    1. Marco Filocamo

      Ciao Tania,

      spero di aver capito bene!

      Il rapporto fra le due percentuali puoi calcolarlo come hai calcolato anche gli altri ma la domanda di fondo è un’altra: che cosa stai cercando di dimostrare o calcolare? In questo caso, un aspetto da considerare è che il prezzo medio è aumentato del 10,8% (da 64,66 a 71,62) e quindi c’è disparità fra le due percentuali, se fosse rimasto uguale a 64,66 avresti avuto in entrambi casi la stessa differenza.

  6. Ciao,
    si ha capito benissimo il mio ragionamento.
    Infatti cerco di calcolare una % (del guadagno/valore unitario medio ) di incremento/diminuzione partendo dalla % di diminuzione delle vendite, quindi una relazione tra queti 3 valori. Cioè se fosse possibile correlare attraverso qualche formula matematica (tradotta in excel) queste 3 “%”, e cioè a fronte di una diminuzione di vendite di mele il guadagno minore che ho avuto pur avendo determinato un aumento in % del prezzo medio del prodotto, ma credo che sulla base del suo suggerimento non sia possibile.
    Ma a questo credo che sia più logico trovare una relazione in “%” tra diminuzione vendita di prodotto e prezzo medio unitario(che quest’ultimo importo porta con se il valore guadagno),se è corretto come ragionamento, il tutto come posso tradurlo in excel?
    Grazie per la risposta
    mulaexcel

  7. Ciao Marco , dovrei calcolare il rapporto tra il numero di preventivi generati e gli ordini effettivamente chiusi.
    Potresti dirmi la formula da utilizzare?
    grazie anticipatamente
    Marco Borrello

    1. Marco Filocamo

      Ciao Marco,

      non credo utilizzerei una variazione percentuale. In questo caso considererei:

      ordini / preventivi * 100. Quindi ad esempio, con 120 preventivi (in E5) e 18 ordini (in F5):

      18 / 120 * 100 = 15% (risultato in F12)

      Su Excel non faresti altro che tradurlo in due diverse celle, quindi in F12 metterei =F5/E5*100 e lo metterei in formato percentuale.

      Spero di esserti stato utile!

  8. Salve sto facendo un delta di perventuale tra due celle adiacenti. La formula funziona ma siccome la formattazione delle celle è “contabilità” quando nella
    prima cella ho 0 e nella seconda un numero il risultato mi appare DIV.
    Come si può calcolare la percentuale anche se il primo valore è 0?
    Grazie

    1. Marco Filocamo

      Caro Roberto,

      purtroppo non si può fare la variazione percentuale con uno 0 come dato di partenza, qual era il messaggio che volevi far passare con questa operazione?

      Marco

  9. Giovanni Tommasi

    Ciao Marco
    ho due anni da confrontare, il confronto voglio farlo di mese in mese in cumulato. Utilizzando il tuo suggerimento riscontro solamente “gennaio” anno A con “gennaio” anno B. Per i mesi successivi non ho la giusta corrispondenza percentuale. grazie, gianni

    1. Marco Filocamo

      Ciao Gianni,

      grazie per la domanda!

      Diciamo che dipende da come sono strutturati i dati.

      Mettiamo di avere in B2 Gennaio, in B3 Febbraio, in B4 Febbraio del 2018.

      In C2 Gennaio, in C3 Febbraio, in C4 Febbraio del 2019.

      Se volessi utilizzare una sola formula, potresti inserire in F2:

      =(SOMMA($D$2:D2)-SOMMA($C$2:C2))/SOMMA($C$2:C2)

      e trascinare dall’alto (quindi in F3 e così via) in modo da avere un confronto costante sul cumulato.

      Spero ti sia utile!

      Marco

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *